quattordicesima   pagina

11 dicembre

 

 

l'immagine del Re di Napoli Gioacchino Murat stata  concessa dall'associazione Murat onlus di Pizzo, dal sito web

www.murat.it

 

Timbro del neonato comune di Sapri, anno 1810, gentilmente concesso dal dott. Cernelli.

 

Presso l'aula consiliare del Comune si svolto un seminario di studio e mostra di documenti murattiani

a cura

del Centro Studi Murattiani

che dal 1994 opera in Palinuro, fondato e presieduto dal dott. G. Cernelli.

Il dott. Cernelli, che ho conosciuto il giorno prima del seminario, "una miniera" :

una miniera dalla quale i preziosi si raccolgono senza il minimo impegno per carpirli.

 

Quello che conosce gi  tuo, al primo incontro!

 

Parla e ti ascolta con l'unico intento di divulgare le sue conoscenze e di continuare ad apprendere dagli altri.

 

Oggi ha portato a Sapri la "foto" del battesimo del nostro comune, risalente a circa 200 anni fa.

 

Non solo, insieme al nostro concittadino prof. Guzzo ed al prof. Palladino, ha elaborato un seminario, di ottimo livello,  sulla figura del Re di Napoli Gioacchino Murat, che nella rielaborazione dell'amministrazione del regno diede al paese di Sapri, che contava all'epoca 1360 anime, lo status di Comune con il Decreto Regio del 6  novembre 1809 e decorrenza dal  I gennaio 1810.

Data che segna l'inizio del percorso storico, nel ruolo di comune, della cittadina che successivamente ha denominato il tentativo di Unit d'Italia (ideale precorso dal Re di Napoli Gioacchino Murat) del generale Carlo Pisacane.

 

Con la promessa di altri proficui incontri. Grazie.