14 ^

19 maggio

RIAPRE AL CULTO LA CHIESA DI SANT'ANTONIO

 

Dopo circa sette anni dalla chiusura dell'edificio religioso (dovuta ai progressivi effetti di numerosi episodi tellurici) e la realizzazione di un ottimo restauro, riapre al culto la chiesa della frazione Timpone, dedicata al Santo Antonio di Padova.

 

La cerimonia religiosa è stata officiata dal vescovo mons. Angelo Spinillo

 

Erano  presenti i parroci delle due parrocchie di Sapri e due dei parroci Stimmatini, padre Fulvio e don Peppino, che hanno retto la parrocchia dell'Immacolata, rimanendo sempre cari nella memoria dei sapresi.

 

La località Timpone, ha posseduto una chiesa dal 1671, così come ci riporta Mons. Luigi Tancredi nel suo lavoro "Sapri giovane e antica".

 

L'ipotesi che la chiesa alla quale si riferisce mons. Tancredi sia l'attuale edificio alimenta qualche dubbio.

 

Difatti il 26 novembre 1893 la famiglia Gaetani conferma la donazione di un "consistente pezzo di terra " dove si trovava "già in parte edificata la nuova Chiesa di S.Antonio".

 

E' quindi plausibile che la nuova chiesa di Sant'Antonio sia stata edificata in altro luogo e terminata, nella struttura attuale, nell'anno 1920.

 

Ma dove si trovava la precedente chiesa dell'anno 1671?

 

Quasi sicuramente nel largo al termine di via Diana (secondo il senso di marcia), alla confluenza con via Vittorio Emanuele, ove è ancora visibile qualche pietra del rudere.